Le principali cause del sudore

Cosa può spingerci a sudare di più, o all’improvviso? Vediamo quando e perché si attivano le ghiandole sudoripare e come intervenire per tenere sotto controllo il disagio.

 

Sudare è normale, anzi necessario al nostro organismo per funzionare bene: quando la temperatura del corpo aumenta, ecco che entrano in azione i nostri circa 3 milioni di ghiandole sudoripare che ben presto, tramite la produzione di sudore che evapora dalla pelle portando con sé il calore, favoriscono il mantenimento della giusta temperatura corporea che in media è intorno ai 36° C.

Di fatto però questo meccanismo fisiologico, abbondante o meno, può metterci in serio imbarazzo: che brutta cosa avere il viso grondante di sudore, che magari scioglie anche il make-up, la camicia inzuppata o mani e piedi umidicci! Ecco le cause più comuni della sudorazione e come evitare che questa diventi un problema nella nostra quotidianità.

 

Il calore e l’umidità

Si sa: d’estate fa caldo e si suda di più. E’ fisiologico, ma può capitare anche d’inverno, quando si indossano abiti che non lasciano traspirare bene la pelle (soprattutto i capi sintetici) e l’umidità è maggiore: l’aria è già satura di liquidi e non favorisce un’adeguata evaporazione del sudore e del calore. E’ per tale motivo che quando c’è umidità, a prescindere dalla temperatura, si ha una maggiore sensazione di caldo, perché il corpo non riesce a rinfrescarsi.

 

Stress ed emozioni

Un’arrabbiatura, un colloquio di lavoro, un’interrogazione a scuola, un primo appuntamento galante: sono questi tutti motivi di stress, ansia ed imbarazzo in cui anche chi non suda mai tende a farlo! Perché accade? Sotto pressione l’organismo rilascia degli ormoni particolari (noti appunto come “ormoni dello stress”) che aumentano la frequenza cardiaca e la temperatura corporea. Lo stress emotivo attiva in particolare le ghiandole sudoripare di mani e piedi.

Anche l’amore fa sudare! E’ una questione chimica, una scarica di adrenalina che dal cervello arriva direttamente al cuore – come la freccia di Cupido – capace di farlo battere più forte e dunque aumentare il calore del corpo.

 

Sport

Se durante un’attività sportiva si suda vuol dire che si sta facendo del sano esercizio cardiorespiratorio. Anzi: l’attività fisica – se praticata regolarmente- aiuta a mantenere una buona sudorazione e a tenere sotto maggiore controllo quelle situazioni in cui è particolarmente abbondante. Attenzione però: occorre bere, ovvero idratarsi, prima, durante e dopo l’attività per reintegrare i liquidi che si perdono.

 

Menopausa e vampate di calore

La temperatura del corpo è regolata – tra le varie cose – dall’ipotalamo, che viene influenzato dal calo degli estrogeni in menopausa e perimenopausa. E’ per tale motivo che le donne tendono a sudare di più, in particolare la notte, e ad avere le tristemente note “vampate di calore” in questo periodo della vita.

 

In gravidanza

La fluttuazione ormonale che la donna subisce durante la gravidanza aumenta il suo tasso metabolico, necessario anche a supportare un maggiore peso e lo sviluppo del bambino. Ciò rende anche le ghiandole sudoripare più attive, fino ad un paio di settimane dopo il parto.

 

Il caffè

La caffeina contenuta nel caffè è una sostanza stimolante del sistema nervoso centrale, che provoca iperattività delle ghiandole sudoripare. Se poi la bevanda è calda, il problema del sudore può aumentare in quanto anche l’organismo si riscalda assumendola.

 

Alcolici

Perché in montagna, quando fa freddo, si tende a bere un punch caldo o una grappa per riscaldarsi? Semplice, perché l’alcol è un vasodilatatore e questo meccanismo induce calore al corpo. A prescindere dal sudore ovviamente non si deve esagerare nelle quantità. Ma a maggior ragione, per chi ha un problema di sudorazione, va evitato del tutto.

 

Cibi piccanti

Che dire di un bel sughetto pieno di peperoncino? La bocca sembra andare a fuoco e subito si sente caldo: i cibi piccanti stimolano i recettori nervosi che rispondono al calore come se la temperatura esterna fosse elevatissima, ed ecco che si può scatenare una spiacevole sudata! Occhio dunque ai cibi che si portano in tavola.

 

Tabagismo

La nicotina contenuta nelle sigarette stimola una sostanza chimica organica particolare (l’acetilcolina) che attiva le ghiandole sudoripare e aumenta pressione sanguigna e battito cardiaco. Un motivo in più per dire addio alle “bionde”.

 

Farmaci

Alcuni medicinali possono indurre una maggiore sudorazione. Tra questi troviamo anche i comuni anti-infiammatori non steroidei (FANS). Il consiglio è di non abusarne mai e di assumerli sempre dietro indicazione del medico, a prescindere dal fatto che scatenino o meno un attacco di sudorazione improvvisa.

 

Cosa fare?

Come evitare di sudare durante una cena speciale o dare la mano sudaticcia ad una persona che ci si avvicina per salutarci? Come sentirci sempre freschi e sicuri in ogni momento della giornata? Che la sudorazione sia abbondante o occasionale, che avvenga solo in situazioni di stress o sia frutto del caldo estivo, la soluzione può essere trovata negli antitraspiranti.

 

I prodotti Perspirex “esperti della sudorazione” nelle varie formulazioni – Original, Comfort, Strong e Lozione per mani e piedi – agiscono sulla produzione del sudore e del conseguente cattivo odore fino a 3-5 giorni dopo l’applicazione. Sono clinicamente testati, senza profumo e rispettosi della pelle. In particolare la formulazione Comfort è adatta anche alla cute sensibile.